Tradizioni / Sagre

BARCELLONA PARADISO DEI LETTORI ROMANTICI

Se nutrite una passione folle per la letteratura (in particolare per i romanzi), se siete pazzamente innamorati e desiderate passeggiare per un´intera giornata tra immense librerie e su tappeti di petali rossi, questa é senza dubbio la vostra festa!

San Jordi, simbolo dell’identità catalana e patrono della Catalogna dal XV secolo, rinnova infatti ogni anno il suo Miracolo a Barcellona e, per l’occasione, tutta la città si trasforma in un’immensa libreria a cielo aperto.

Se ancora non conoscete questa tradizione, emblema della cultura e dell’amore universale, e siete curiosi di sapere cosa accadrà il 23 aprile, vi racconteremo in breve la sua storia …

Il culto di San Jordi (cavaliere che uccise il drago per salvare la principessa, offrendole poi una rosa rossa, sgorgata dal sangue del mostro) rimonta al Medio Evo, ma é a partire dal XV secolo che si celebra la sua festa.

A Barcellona ogni anno aveva luogo una fiera di rose, alla quale partecipavano soprattutto giovani e promessi sposi. Le coppie si incontravano nel palazzo della Generalitat e gli uomini, approfittando della circostanza favorevole, porgevano una rosa all’amata o desiderata (a volte inconsapevole). Questa romantica tradizione, che negli anni é stata arricchita anche da un’iniziativa culturale, continua a richiamare ancora oggi milioni di innamorati da tutta la Spagna e dal mondo intero.

I libri iniziarono ad apparire tra le rose solo nel 1929, quando in occasione dell’Esposizione Universale, tutti i librai di Barcellona montarono dei banchi sulle Ramblas per promuovere la lettura e le ultime novità editoriali. Il giorno scelto per questa festa fu il 23 Aprile, e non é un caso, visto che coincide con la morte di due grandi scrittori, Cervantes e Shakespeare.

Dal 1995 San Jordi é stata inoltre dichiarata dall’Unesco festa mondiale del libro e del diritto d’autore.

Indipendentemente dal peso istituzionale e culturale che questa giornata ha acquisito negli anni, per noi modesti bloggers, ma accaniti e instancabili lettori, San Jordi é e resterà sempre, un’ irrefrenabile e pericolosa tentazione!

L’autore Cinzia Marzo

Sono giunta in Spagna per caso. Il turismo che cerco di praticare e di promuovere é prevalentemente culturale e sostenibile.

Sono laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche, con un Master in Advanced International Studies. Ho studiato e lavorato per diversi anni all’estero, in Tunisia, Francia, Australia, e viaggiato in tutto il mondo.

Condividi questo articolo