Natura e Sport / Slow tours

I Colori della libertà

Fuerteventura una domenica di vento

Tanta è la gente che approda all’isola con il principale intento di estraniarsi dallo stress quotidiano che farcisce la vita di tutti i giorni nel proprio Paese di provenienza.

Obiettivo quindi è staccare la spina dalle angosce del proprio lavoro, dalla pandemia e dal caos delle grandi metropoli, in una parola “Desconectar”.

Questo termine qui a Fuerteventura ha assunto negli ultimi anni un grande significato.

E con certezza “Desconectar” qui, nell’isola magica di Fuerteventura è una delle cose più semplici e immediate che si possa fare.

Ed ecco la ricetta di vita quotidiana che ti si offre per gustare una vita priva di stress: ogni fine settimana si ha l’imbarazzo della scelta su quale avventura si possa intraprendere.

Scoprire una nuova spiaggia, fare sport all’aperto, lunghe passeggiate all’aria aperta, andare “a zonzo” con la propria attrezzatura a fare foto e video, diventa la principale occupazione.

Infatti, qui, basta veramente poco per potersi staccare dal tram tram di tutti i giorni.

Il sabato e la domenica sono diventati la parte della settimana dove si ha, maggiormente, la possibilità di ricaricare “le batterie” del proprio se stesso; entrare in contatto con la natura e riuscire a pensare sempre e comunque in maniera positiva.

Anch’io, che ormai turista non sono, mi faccio trasportare da questo meraviglioso modello di vita e mi affido all’istinto, decidendo sempre, al momento, dove trascorrere queste giornate di relax sulla mia isola.

In uno di questi ultimi fine settimana avevo una grande voglia di trascorrere una bella giornata con il mio fido drone e insieme fotografare le bellezze che offre all’occhio dell’anima la stupenda Fuerteventura.

Ed ecco, al fine, che arriva una bella domenica di metà febbraio, una giornata con un sole straripa sulla pelle degli astanti, anche se con un po’ di vento che fa presagire la difficoltà di far prendere volo al mio drone.

Ovviamente mi faccio trasportare dall’istinto decidendo di andare, comunque, verso le dune di Corralejo, dove sarà una splendida occasione per una passeggiata sulla Grandes Playas.

Ed ecco la variopinta sorpresa. Nel primo pomeriggio, all’uscita da Corralejo, diretto verso le dune, in lontananza appare uno spettacolo meraviglioso.

Centinaia di Kitesurf di ogni dimensione e colore formano, all’orizzonte, una nuvola multi colore.

I tantissimi appassionati di questo sport, visto l’alzarsi al livello di “forte” il vento si sono dati, all’unisono, appuntamento a Flag Beach, in prossimità del centro di Corralejo.

Decine e decine di Kites, dai mille colori sgargianti sventolano in aria, formando una nuvola di colori in movimento, con uno sfondo unico, quello dell’isola di Lobos, quasi a formare un gigantesco pavone con la sua bellissima coda aperta al godimento della vista di chiunque nei paraggi.

Ad assistere allo spettacolo, a godere dei meravigliosi colori della liberta di Fuerteventura, ci sono centinaia di persone.

I più esperti in questo sport, compiono autentiche acrobazie sull’acqua; è come se scrivessero sul mare, dal colore cristallino, una dolce poesia giocando con le onde.

Su questa spiaggia, ci si imbatte con una famosa scuola, dove apprendere l’arte di questo incredibile sport, molto particolare, il Flag Beach Windsurf Center.

Pittoresco, ma anche romantico, si snoda uno sventolante scenario fatto di decine e decine di mute, poste ad asciugare su un filo senza fine, e insieme alle bandiere della scuola sembrano inviare un dolce saluto all’orizzonte, facendosi sospingere dal vento in una concitata danza.

E` un pomeriggio dedicato all’estasi generata da questi colori e dall’allegria che circonda la spiaggia.

Tutti sono immersi nelle loro attività, chi prepara il suo kite, chi è pronto ad entrare in acqua e chi, come me, semplicemente, si gode lo spettacolo.

Nel mentre, una moltitudine di ragazzi e ragazze, ma anche di persone di ogni età, si lasciano trasportare, leggeri, dal vento, apparso per costruire una meravigliosa giornata, e, come aquile con grandi ali, volano sopra l’acqua, sfoggiando i loro aquiloni colorati.

“Desconnectar” è il sentimento che pervade in tutta la spiaggia e si percepisce proprio osservando la felicità e la serenità delle persone che in una domenica di metà febbraio si godono Fuerteventura e le sue meraviglie, compreso il vento.

Sembrano lontani anni luce i giorni del lockdown e “un certo ritorno alla normalità” si respira nell’aria, come ossigeno puro.

Tornato a casa mi sento completamente rigenerato e pronto ad affrontare un’altra settimana di lavoro con lo giusta spinta, sapendo che in qualunque momento posso disconnettermi e respirare a pieno I COLORI DELLA LIBERTÀ.

L’autore Simone Stoppioni

Ho 35 anni vivo a El Cotillo e lavoro a Corralejo – Fuerteventura
Svolgo l’attività di consulente SEO e mi occupo di social network. Sono un appassionato di Tecnologia, fotografia e Football.

Condividi questo articolo