Arte e cultura

LE FACCE DI PIETRA E UN FLAT IRON BUILDING DEL BORNE

Se vi trovate a Barcellona fatevi pure un giro per il quartiere del Borne. Si il Borne! Il distretto in centro storico famoso per la guerra di secessione. Non lo sapevate? Va bene non importa leggetevi qualcosa qui di seguito almeno vi togliete quelle facce stralunate quando camminerete per le vie del centro. Ad ogni modo a proposito di facce, se le vostre sono stralunate, qua ne trovate alcune davvero strane. Di pietra direi. Eh si proprio di pietra. Se arrivate di fronte la chiesa di Santa Maria del Mar sarà facile trovarne un paio. Non conoscete nemmeno questa chiesa? Allora leggetevi qualcosa su questa magnifica struttura.

Facce di pietra

Dov’eravamo? Ah si le facce di pietra. Se state di fronte all’ingresso della chiesa prendete la via che costeggia a sinistra e poi girate per uno stretto vicolo, sempre a sinistra ( carrer del Mirallers). Fatto? Bene ora sempre dritto finchè la stradina non termina. Fermatevi qua. Trovato niente? Alzate lo sguardo verso destra. Troverete proprio all’angolo, il viso di una donna. Forte eh? Ma perché? La spiegazione è curiosa quanto efficace. Al tempo del medioevo e forse anche prima, la gente era per la maggior parte ignorante. Non sapeva nè leggere nè scrivere. Quindi se siete approdati dopo mesi di navigazione o semplicemente volete divertirvi un pò non potevate fare affidamento a mappe turistiche o indicazioni scritte. Le prime non c’erano proprio le seconde, anche se presenti non ci facevate caso. Eravate ignoranti! Ecco svelato l’arcano. Una bella insegna di pietra, un flyer tridimensionale per avvisarvi che siete nel posto giusto. A parte gli scherzi, il viso di donna è ben conservato dopo un restauro. Spesso chi passa per questi piccoli vicoli nemmeno ci fa caso. Attenzione però! Nel quartiere è presente un altro viso proprio all’angolo di Carrer de les mosques. Insomma una zona piena di visi di pietra per indicare nel passato aree differenti con differenti caratteristiche. Prostitute o comunità straniere. Oggi ne rimangono poche e son difficili da trovare. Ma di sicuro un tempo era un divertimento alzare gli occhi in cerca della faccia preferita.

Flat Iron Building

Ah mi sono dimenticato del Flat Iron Building! Beh quello è a New York. Potreste prendervi un biglietto aereo per ammirarlo nella sua stranezza o in caso contrario dalla Rambla del Born, dietro la chiesa di Santa Maria del Mar, girate a sinistra in via Carrer del Rec. Vi troverete, quasi alla fine, un palazzo direi quasi simile al vero Flat Iron Building. Più piccolo certo, più antico di sicuro. Insomma il Borne, tra facce nascoste agli angoli delle strade, una chiesa famosissima e un Flat Iron Building casereccio, offre davvero molte curiosità. Mancherebbe solo un mercato, dei bar dove bere qualcosa e magari un ristorante messicano vero? C’è pure quello. Al Born c’è tutto!

L’autore Marco Pachiega

Adoro la natura, i viaggi con lo zaino e conoscere differenti culture. Nella mia borsa a tracolla non manca mai una reflex e un quaderno per scrivere. Mi definiscono prudente ma curioso, io aggiungerei sensibile. Lavoro come guida turistica e personal trainer. Ma la mia aspirazione è fare il fotografo di viaggi.

Condividi questo articolo